Shoah e Omosessualità, incontro-dibattito alla sala ‘Yuko Nakachi’ di Giulianova

Shoah e Omosessualità, incontro-dibattito alla sala ‘Yuko Nakachi’ di Giulianova
GIULIANOVA – “Omocausto, quello che la storia non racconta” è il tema dell’incontro-dibattito in programma sabato 2 novembre (ore 21) nella sala culturale Yuko Nakachi di Giulianova in via Matteotti 115. La serata – organizzata dalla Compagnia dei Merli Bianchi in collaborazione con il circolo culturale Chaikhana e Art Meeting – sarà incentrata sui temi della Shoah e dell’omosessualità, partendo dalla visione del film ‘Il Rosa Nudo’ scritto e diretto da Giovanni Coda che sarà presente in sala per il dibattito dopo la proiezione della pellicola.
‘IL ROSA NUDO’ – Uscito nelle sale quest’anno e presentato in anteprima nazionale al 28esimo Torino GLBT Film Festival ‘Da Sodoma a Hollywood’, ‘Il Rosa Nudo’ è ispirato alla biografia dell’attivista Pierre Seel, arrestato dai nazisti all’età di 17 anni con l’accusa di omosessualità e internato in vari campi di concentramento. Deportato nel campo di Schirmeck, torturato e violentato, fu costretto ad assistere impotente all’atroce morte del suo compagno. Alla liberazione non parlò con nessuno della sua drammatica esperienza, si sposò ed ebbe tre figli.
Nel 1982, indignato dai violenti attacchi contro i gay da parte del Vescovo di Strasburgo, decise di scrivere la sua autobiografia e di denunciare le atrocità subite.Nel film vengono ricordate le testimonianze di altre vittime della persecuzione nazista contro gli omosessuali e gli esperimenti pseudo-scientifici ai quali molti di loro vennero sottoposti da parte del medico delle SS Carl Peter Vaernet. Per il suo “alto valore artistico, storico e morale”, il film è stato inserito come evento speciale all’interno della settima edizione del ne del Queer Lion Award nel corso della 70ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia 2013.
IL DIBATTITO – Dopo la proiezione, ci sarà il dibattito con il regista Giovanni Coda. Interverranno il presidente dell’Arcigay Pescara, Gianni Di Marco e la storica coppia omosessuale di Pineto composta da Orlando Dello Russo e Bruno Di Febbo. A fine serata sarà offerta una ‘tisana di mezzanotte’. L’ingresso è a offerta libera.
L’incontro rientra nell’ambito della rassegna “Resistenze attive – incontri e dibattiti sul cinema della resilienza” promosso dalla Compagnia dei Merli Bianchi in collaborazione con il circolo culturale Chaikhana e Art Meeting. Prossimo appuntamento, domenica 10 novembre alle 21, sempre alla sala culturale Yuko Nakachi in via Matteotti 115, con i ‘ ‘Dialoghi tra salute mentale e pregiudizio’ insieme Gisella Trincas, direttrice della casa-famiglia ‘Casamatta’ di Quartu Sant’Elena. Durante la serata sarà proiettato ‘Roba da matti’, film del 2011 diretto da Enrico Pitzianti e ispirato proprio alla storia della residenza socio-assistenzale sarda. A fine serata sarà offerta una ‘tisana di mezzanotte’. L’ingresso è a offerta libera.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WhatsApp chat

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close