LE MADONNE IN TERRACOTTA DI NOCELLA – TORANO NUOVO

LE MADONNE IN TERRACOTTA DI NOCELLA - TORANO NUOVOL’Università Popolare e del tempo libero
della Val Vibrata organizza la presentazione
del libro:

LE MADONNE IN TERRACOTTA DI NOCELLA
La scuola scultorea figula tra arte e devozione popolare
di Nicolino Farina

TORANO NUOVO
Sala Consiliare

Giovedì 10 dicembre 2015 – ore 21,00

L’Università Popolare e del tempo libero della Val Vibrata, con il patrocinio del Comune di Torano Nuovo e la partecipazione di L&L Comunicazioni, organizza, giovedì 10 dicembre 2015 presso la Sala Consiliare di Torano Nuovo, la presentazione del libro: “Le Madonne in terracotta di Nocella – La scuola scultorea figula tra arte e devozione popolare” di Nicolino Farina, edito da Artemia Edizioni di Mosciano S. Angelo.

Il museo parrocchiale di Torano Nuovo custodisce proprio una statua in terracotta policroma della scuola di Nocella raffigurante una Madonna in trono. La statua, proviene dall’antica chiesa parrocchiale, ed è rimasta esposta alle intemperie dopo che l’edificio ha collassato nelle strutture. Quando la chiesa fu demolita, la statua fu accolta nel Museo Parrocchiale, se pur mutila della braccia e parte delle vesti e del naso.
Il sapiente restauro, eseguito qualche anno fa da Irma Camaione, ha restituito alla statua tutto il suo splendore cromatico. La scultura, così, ha riacquistato un’armonia figurativa straordinaria.
Probabilmente di epoca cinquecentesca la Madonna in terracotta può considerarsi una delle meglio riuscite dalle botteghe di Nocella.

La pubblicazione è un excursus sull’antica produzione statuaria della scuola nocellese di Madonne in trono con Bambino e di santi, protrattasi tra la fine del Quattrocento e la metà del Settecento.
Nocella antico quartiere della città di Campli, fin dal medioevo, sviluppa una produzione di terracotta grazie alla ricchezza in loco di creta, acqua e legna. Le numerose botteghe artigiane con i propri altiforni producono soprattutto rinomate e resistenti stoviglie, ma anche fregi, decori e bassorilievi in terracotta di utilizzo architettonico. Con l’attività della scuola abruzzese avviata dallo scultore Silvestro dell’Aquila (che a Campli realizza in legno una Madonna dei Lumi nella chiesa di S. Maria in Platea datata 1495) a Nocella si comincia a realizzare una produzione statuaria in terracotta, punto di arrivo di tecnologia avanzata e arte eccellente.
La pubblicazione, patrocinata dal Vescovo di Teramo-Atri e dall’Istituto Abruzzese di Ricerche Storiche, contribuisce a qualificare il territorio e restituire alla collettività un importante tassello di storia teramana e abruzzese.

Interverranno: Leandro Di Donato (Istituto Abruzzese di Ricerche storiche)
Gloria Chiodi (Università Popolare e del tempo libero della Val Vibrata)
Irma Camaione (Restauratrice)
Nicolino Farina (Autore)

Università Popolare
e del tempo libero della Val Vibrata

per informazioni : 380.3258440

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.